Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘Taranto’

Veleni d’Italia.

L’ILVA di Taranto passa al contrattacco, usando l’arma più antica e più italiana: il ricatto. Pur di non ammettere che ha smazzettato in giro per far credere al mondo di essere poco inquinante e, soprattutto, per tenere lontano la magistratura dal luogo del delitto, ha annunciato di voler chiudere i battenti, mettendo sulla strada circa 20.000 lavoratori. E i nostri politici, che fanno? Berlusconi ci dice che vuole aprire un account su twitter, gli altri si limitano a fornirmi semi per il ScEMENZAIO.

ILVA rassicura: pagheremo gli stipendi. Con la stessa puntualità con cui paghiamo le tangenti.

ILVA minaccia la chiusura. Bruno Vespa minaccia di fare un nuovo plastico.

Arriva Berlusconi su twitter: segnala per spam l’account della Bocassini.

Arriva Berlusconi su twitter: avrà il primo account al mondo con il bollino “parental advisory”.

ILVA chiude e la Cancellieri teme per l’ordine pubblico. L’unica che non teme nulla è la Fornero.

ILVA chiude. Napolitano: questione troppo complicata per mandare messaggi. Se aspetta ancora un po’ dovrà mandarne di cordoglio.

Arriva Berlusconi su twitter: brifferà la Minetti.

Arriva Berlusconi su twitter: farà il casting per la nuova nipote di Mubarak.

ILVA chiude. A Taranto possono scegliere se morire di fame o di tumore.

ILVA minaccia la chiusura. Adesso Monti può tirare un sospiro di sollievo sulle spese della sanità.

Arriva Berlusconi su twitter, ma sarà solo l’utilizzatore finale.

Arriva Berlusconi su twitter e smentirà l’arrivo di Berlusconi su twitter.

ILVA: a rischio 20.000 posti di lavoro. E altrettanti posti letto in oncologia.

Clini su ILVA: bisogna coniugare lavoro e salute. In Italia queste due cose sono una coppia di fatto e quindi non riconosciuta.

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: