Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘Renzi’

Serva Italia, di Expo ostello.

Oggi doppia festa in Italia: da un lato Renzi tesse le lodi dell’Expo e dall’altra Dante Alighieri spegne 750 candeline. E, nel mezzo, ci sono le piantine del ScEMENZAIO.

Inasprire le pene per chi si presenta a una manifestazione con una maschera. La Versace rischia l’agorafobia.

Renzi: il futuro può essere meglio del passato. E qui una volta era tutta campagna.

Benigni legge il XXXIII canto del Paradiso al Senato. Che è un po’ come leggere la regola del calcio di rigore in un club juventino.

Renzi parla alla Borsa Italiana. E si sente l’eco.

750 anni fa nasceva Dante Alighieri. Pare sia tipico dei fiorentini esser mandati all’inferno.

Alessandra Mussolini: di quale estrazione sono i blackb loc? Non lo so, provi a chiedere all’autista dell’autobus volante.

750 anni fa nasceva Dante Alighieri. Ma ancora nessuna traccia del nocchiere.

 

Annunci

Italicum e l’alto mare.

Sono due gli argomenti che tengono banco oggi: la legge elettorale e la strage di migranti. E i nostri politici riescono a stupirci su entrambi i fronti: non è raro che fiumi di deiezioni concimino le piantine del ScEMENZAIO, ma qui si sta esagerando! Non ci credete? Leggete qui:

Italicum, Renzi difende la sostituzione dei ribelli: “Molti nemici, molto onore.”

Migranti, interviene anche Obama: l’instabilità in Libia crea caos. E anche quella in Renzi mica scherza.

Legge elettorale, la Boldrini è preoccupata: “Si dirà LO Italicum o LA Italicum?”

Immigrazione, Renzi: no alla retorica, l’Ue dia una risposta politica. Cioè retorica.

Renzi: posizioni della minoranza su Italicum? Mi sembra la canzone “Cara di amo”. A me sembra più “Faro“.

Renzi: l’Europa deve avere una strategia per combattere lo sciacallaggio. Se l’avesse avuta non sarebbe diventato premier.

Legge elettorale, Renzi: abbiamo lavorato un anno e un mese. Cacchio, siete già pronti per la pensione!

Immigrazione, Renzi: L’Europa deve cambiare passo. Da oggi basta camminare come le oche.

Dal Sant’Anna di Pisa arriva il pene robot: sostituirà l’uomo nelle decisioni importanti, tipo la riforma elettorale.

Renzi: è una questione di dignità umana. E poi ha anche parlato della situazione in Africa.

Oltre alla tragedia, il danno.

Non bastavano 900 persone morte, ora ci toccano pure i commenti dei vari politici. E ce n’è per tutti i gusti: dagli avvoltoi a caccia di voti alle iene che cercano d’imbellettarsi e di autoproclamarsi. Le uniche contente sono le piantine del ScEMENZAIO: è tutto concime che cola.

Naufragio nel Canale di Sicilia, Renzi: come restare insensibili? Fino ad ora i politici ci son riusciti benissimo.

Salvini: servono altri 700 morti per bloccare le partenze? Ma no, a volte basta un buco nello scafo.

Tragedia nel Canale di Sicilia: stanno parlando i politici.

Santanché: bisogna affondare i barconi. Va bene, ma solo se si offre volontaria come gommone.

Pier Ferdinando Casini propone il blocco navale. Ah, la carità cristiana!

Pier Ferdinando Casini propone il blocco navale. Per ora è riuscito a causarmi solo quello intestinale.

Renzi sul naufragio nel Canale di Sicilia: Berlusconi ha detto cose molto più sagge di Salvini. Per dire come siamo messi.

Salvini replica al cardinal Poletto: mi dica come fare a evitare le stragi in mare. Non suggerisca, deve farcela da solo.

Rodi, naufraga barcone con 200 migranti. E accendetelo sto faro.

(In Africa son talmente disperati che fanno rotta per la Grecia)

Mogherini: evitare che i barconi partano. Giusto, chiudiamo i Club Med.

Santanchè: bisogna allertare l’aeronautica e affondare i barconi. Gli autobus stanno già scaldando i motori.

Tu vuò fa l’americano

…ma sei nato in Tuscanì.
In questi giorni il magnifico premier è negli magnifici Stati Uniti d’America, e quale modo migliore di farci riconoscere se non con l’ennesimo discorso in inglese maccheronico? Ebbene sì, l’ha fatto. Di nuovo. E le piantine del mio ScEMENZAIO gli saranno eternamente grate per tutto quel concime. Grazie Matteo, davvero.

Renzi cita Bob Kennedy: il futuro non è un dono, ma una conquista. Il Jobs Act in una frase.

Renzi ha parlato di economia italiana e della crisi in Libia. È bastato cambiare il titolo.

Il premier cita una favola della Disney: Pinocchio.

Renzi: costruiremo un’Italia che conta. Sì, ma solo fino a 80.

Renzi da Georgetown: il futuro non smette mai di accadere. Quella è la sfiga, Matteo.

Renzi da Georgetown sottolinea le grandi potenzialità ancora non sfruttate dall’Italia. Tipo la Costituzione, per dire.

Renzi sveglia la bella addormentata. “Ancora 5 minuti” son state le prime parole della Boschi.

Renzi alla Georgetown University ha tenuto un discorso in inglese che toglie ogni dubbio: il gatto è sul tavolo.

I fatti della settimana. Nel senso dei tossici.

Questa settimana le piantine nel ScEMENZAIO hanno avuto una botta di vita. Una vera e propria pioggia concime le ha rese più forti e rigogliose: le derive omofobe delle “Sentinelle in piedi”, il ritorno di Twin Peaks dopo vent’anni, l’ennesimo scandalo Juventus, l’ISIS e il blowJobs Act del genio toscano. No, dico, trovatemelo un altro paese che abbia così a cuore le mie piantine…


 

Arrivano le Sentinelle in Piedi. Si chiamano così in onore della parte del corpo che usano per pensare.


 

Torna Twin Peaks. Solo Ustica riesce ad eguagliarlo.

Torna Laura Palmer. Che pare sia la sorella illegittima di Bossetti.

Torna Twin Peaks. Verrà presentato da Floris.


 

Papa Francesco apre il Sinodo “Parlate chiaro e dite ciò che sentite: secondo voi la Juve ruba?”


Sempre più giovani occidentali aderiscono all’ISIS. In fondo c’è chi si è fatto convincere da 80 euro.

Uno degli estremisti islamici più noti in Germania è l’ex rapper Gerhard Cuspert. In Italia abbiamo Jovanotti, e questo mi tranquillizza.

Ritiro del passaporto a coloro che mostrano “sintomi jihadisti”, tipo una donna col velo in testa. Preoccupazione tra le suore.


 

Jobs Act, Renzi: “Non temo agguati nel Pd”. Incredibile! Che riesca a distinguerlo dal PDL, intendevo.


Dulcis in fundo:
Alfano si dichiara laico. In fondo anche Berlusconi si è dichiarato innocente.


 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: