Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘polizia’

Governo forte e manganello facile.

Oggi il Cavaliere ci fa sapere che il governo è forte, che serve (credo più che a lui che a noi) il presidenzialismo e che la guerra civile è finita. Nell’attesa delle diecimila baionette che renderebbero il tutto più storicamente accettabile, ecco che la Polizia di Stato ci da un antipasto caricando gli operai di Terni che manifestavano contro la chiusura della Thyssen. A volte mi stupisco pure io come in mezzo a questa desolazione spuntino delle rigogliose piantine nel mio ScEMENZAIO…

Berlusconi: serve il presidenzialismo. Ma non si fa prima con un lodo?

A Terni la polizia carica i manifestanti della Thyssen: scusate, vi abbiamo scambiati per grillini!..

Berlusconi: la guerra civile è finita. Ora inizia quella tra poveri.

Terni: sei contusi lievi fra le forze dell’ordine. Erano in borghese.

Berlusconi: basta diktat dall’Unione Europea. E lui di diktat se ne intende.

Capo dell’ufficio centrale ispettivo vuole dal Questore di Terni una dettagliata relazione. Per sapere cosa dire ai bookmaker.

Berlusconi: abbiamo posto fine a una lunga guerra fredda. E anche a una breve opposizione.

Il prefetto Vittorio Saladino si è già scusato con i lavoratori: non sapevamo che quello fosse il sindaco.

Berlusconi: non sono il Duce. Questo vale fino alla prossima “rilettura”, dove qualcuno troverà qualcosa di buono.

Terni: la polizia ha solo eseguito degli ordini. Norimberga allora non vi ha insegnato nulla, nemmeno a cambiare scusa.

 

 

 

Annunci

Aggiungi un post al TAVola.

Verso le 3 di questa mattina, il cantiere dell’utilissima TAV di Chiomonte è stato bersagliato di petardi e molotov. Una ventina di persone secondo gli organizzatori, un enorme gruppo di terroristi secondo la questura. Ovviamente nessuno è concorde con i metodi di protesta che diventano violenti, così come nessuno pare essere concorde con la costruzione di una linea ferroviaria utile quanto un frigorifero al polo nord. A proposito di roba inutile, vediamo un po’ cosa è scesciuto nel ScEMENZAIO…

Mostrate le foto ai giornalisti dell’attacco al cantiere TAV. Che strano, ci son due tette su quella molotov!..

Alfano e Lupi in prefettura. E questa volta contro chi protestano?!

Alfano telefona e ascolta i ragionamenti di Cota. Voglio sapere qual è il suo segreto per trattenere gli sbadigli!

Il Sindacato di Polizia parla di terrorismo. Ancora un paio di twit e diventa terza guerra mondiale.

30 persone a viso coperto hanno assaltato il cantiere TAV. Sicuramente erano bloggers.

Razzi contro il cantiere TAV. Non illudetevi, la “R” è minuscola.

Lupi: continueremo con il confronto e il dialogo con la popolazione, a costo di usare i lacrimogeni.

Cota: il governo deve fare qualcosa. Ad esempio fargli fare la fine del ponte sullo stretto, per dire…

Cota definisce le bombe carta sulla TAV un atto di guerra. Sarei curioso di sentire come definisce le spese pazze in Regione.

Alfano telefona e ascolta i ragionamenti di Cota. Solo dopo mezz’ora si è accorto che era caduta la linea.

 

Il manganello e la carota.

Giornata di duro lavoro nella piccola serra degli orrori che gestisco: oggi l’Europa si è fermata per dire basta all’austerity. Basta con l’immobilismo, basta col il finto risparmio, basta: il rilancio dell’economia può avvenire solo con investimenti e non chiudendo i lacci della borsa. La prova? Chiedete all’ISTAT: disoccupazione ancora in aumento, un fiume in piena che al confronto il Tevere di queste ore è poco più che un ruscello.
Ma vediamo cos’è cresciuto nel mio ScEMENZAIO…

Se “sciopero” significa “non lavorare”, alle Camere sono in sciopero già da un bel po’.

Ministro dell’Economia spagnolo dice che l’austerità è l’unica via contro la crisi. Anche rubare di meno è una valida alternativa.

Tre agenti di polizia feriti a Torino: devono essere inciampati nell’articolo 40 della Costituzione.

Lancio di carote a Trieste, la polizia carica. Le carote fan bene alla vista, ma la miopia di certi agenti proprio non migliora.

Oggi giornata di sciopero generale: mai visti tanti schizzinosi tutti insieme.

Torino, scritta “usurai strozzini” sulla facciata del palazzo dell’Agenzia delle Entrate: è la versione sottotitolata.

Da Torino a Catania, tutte le piazze gremite di gente. Ma è già uscito il nuovo iPhone?

Sindacati alla Fornero: basta elemosina, ora la crescita. No Ministro, non intendevano consigliarle il tacco 12.

Roma: studenti caricati con jeep blindate. Tutto questo mi ricorda una certa piazza cinese…

Scioperi: a Madrid la polizia spara proiettili di gomma. Sono talmente in crisi che non possono permettersi quelli di piombo.

Alemanno: governo intervenga su regolamentazione cortei. Compresa un’eventuale marcia su Roma?

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: