Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘PDL’

Se telefonando…

Oggi i giudici di Milano hanno reso note le motivazioni per la condanna di Berlusconi nel caso BNL-Unipol. Per farla breve, all’epoca dei fatti i giornali del Cavaliere “casualmente” vennero in possesso di un’intercettazione secretata tra Fassino e Consorte e, sempre “casualmente”, venne pubblicata sulle sue testate poco prima della campagna elettorale.
E in tutto sto via-vai di casualità, vuoi che un paio di semi non siano caduti nel mio ScEMENZAIO? “Casualmente”, chiaro.

Per i giudici Berlusconi ascoltò la telefonata, non dormiva. Ovvio, mica si parlava della shoah.

Berlusconi ascoltò la telefonata tra Fassino e Consorte dal computer. Quindi la telefonata è finita su youporn?

I giudici sottolineano capacità nella sinistra di fare affari e mettersi a tavolino con i poteri forti. Insomma, larghe intese.

Per i giudici di Milano Berlusconi usò le intercettazioni contro il PD, anticipando di poco le mosse del PD.

Ghedini su tutte le furie per la sentenza Unipol, eppure la legge parla chiaro: per qualunque cosa citofonare Paolo.

Ghedini: la sentenza verrà riformata nei gradi successivi. Oppure, direttamente in parlamento.

Berlusconi, come capo del Pdl, fece diffondere la telefonata Fassino-Consorte. Ma no, in quel momento era presidente del Milan!..

Per i giudici è evidente interesse politico nell’intercettazione. Stupisce pure me che non sia stata pubblicata su “l’Unità”.

“Berlusconi agì in qualità di capo della parte politica avversa a quella di Fassino”. Ma quante sono le correnti nel PD?

Son proprio curioso di sentire in che modo Studio Aperto assolverà Berlusconi: fantasia al quarto potere.

 

 

Annunci

Fiorin fiorello.

Nel campo abbondantemente concimato che è l’Italia, ecco che spunta fuori un bel prato Fiorito. Tre anni e quattro mesi di condanna per l’ex assessore della regione Lazio Er Batman (al secolo Franco Fiorito), più cinque anni di interdizione dai pubblici uffici: una carriera politica ben lanciata, complimenti. E lui che fa? Dice che rinuncia e che si darà alla filantropia. Che sprecone! Tranquillo Fiorito, le sue gesta sono linfa vitale per le piante del mio ScEMENZAIO.

Fiorito: io quei soldi non li ho rubati. Va bene che sono liquidi, ma dubito che le siano finiti in tasca per osmosi.

Fiorito: mai più politica. Lo ha giurato sulla testa dei figli di Berlusconi, che tanto ormai ci sono abituati.

Er Batman si da alla filantropia. Proprio come Bruce Wayne!

Fiorito: farò il filantropo. Panico nelle onlus.

Fiorito: quei soldi mi sono stati assegnati tramite delibera. A sua insaputa, immagino.

Fiorito restituisce più di 1 milione di euro. Se non li ha rubati, perché restituirli? Ah già, è un filantropo.

Fiorito: ho dimostrato di non aver commesso peculato. Sarà ma non credo che la condanna sia porto abusivo di doppio mento.

Fiorito: la gente mi vuole bene. Solo perché l’omicidio è un reato.

“La gente mi vuole bene” disse Fiorito. Dimenticando l’apostrofo.

Fiorito: nessuna solidarietà dai grandi dirigenti del PDL. Cerchi di capirli, a nessuno piace la concorrenza…

Fiorito: non tornerò in politica. Peccato, con un così bel curriculum!..

Fiorito condannato a 3 anni e 4 mesi, ma niente carcere. In effetti è presto per una campagna acquisti.

 

Fiorito: vivo vicino casa di mia madre. Signora, faccia attenzione all’argenteria.

 

Tutto a metà prezzo.

Pure le condanne. Oggi dal PDL è arrivato un bel disegno di legge (poi ritirato con le solite raffazzonate motivazioni) che proponeva il dimezzamento della pena per i reati di mafia in concorso esterno e il conseguente divieto di uso delle intercettazioni per inchiodare i colpevoli. Sarà mica, per caso, che Dell’Utri teme di guardare il mondo a scacchi? Mah, vai a sapere… nel frattempo io guardo le mie piantine crescere piene di salute nel mio ScEMENZAIO.

Cesare Beccaria secondo il PDL: dei delitti e delle pe

Bergoglio compie un esorcismo in un minuto. Viste le proposte di legge, non è che ha voglia di passare un’oretta nel PDL?

PDL propone dimezzamento pene per associazione esterna mafiosa, nessuna intercettazione e una ballerina di lapdance sempre a disposizione.

Tutti a criticare la proposta di legge del PDL… siate lungimiranti: è per creare posti di lavoro!..

Pene dimezzate per concorso esterno mafioso. Serve a raddoppiare i voti di scambio.

Il PDL vuole rivedere le pene per associazione esterna mafiosa. Strano, mi sarei aspettato una revisione della legge Merlin

PDL contro il concorso esterno: pene da dimezzare e niente carcere. Quindi le larghe intese erano con la mafia, tutto chiaro.

Se questa è la “lotta alla mafia” del governo, tremo al pensiero di cosa potrebbero partorire per la lotta alla disoccupazione

Al posto del PDL proporrei anche di eliminare la Cassazione, tanto per essere certi che Dell’Utri se la sfanghi.

 

Dopo questa proposta di legge il PDL dovrebbe evitare di presentarsi alla prossima commemorazione della strage di Capaci.

 

SORPRESA!

Oggi Bersani ci fa il sorpresone: dopo la figurademmè collezionata ieri, oggi ci riprova cambiando candidato alla presidenza della Repubblica. Siore e siori, Romano Prodi! OK, è già meglio di Marini ma continuo a preferire Rodotà. E come me la pensano così in tenti. Riusciranno i nostri eroi a sciogliersi come neve al sole? Temo di sapere la risposta, ma stareno a vedere… per intanto curatevi le piante del mio ScEMENZAIO.

PDL contro Prodi: scelta che divide. Sì, divide l’inciucio.

Berlusconi: con Prodi presidente vado all’estero. Questo è un buon momento per firmare un contratto con gli italiani.

Gasparri: il PD è inaffidabile. Qualcuno gli spieghi che questa si chiama “parziale ammissione”.

Rodotà continua a correre per la presidenza. Ha un bel fiato per essere un ottantenne!

Il Movimento 5 Stelle non candida Zagrebelsky perché sarebbe brutto vedere tutti quei parlamentari col nome scritto sulla mano.

Ognuno alle Camere vota quello che gli piace di più: Bersani vota per Prodi, Monti per la Cancellieri, Berlusconi per la patonza.

Alle Camere esiste una corrente di montezemoliani filo-renziani. Ora si spiega il voto al Conte Mascetti…

PD pessimista su Prodi. Anche gli italiani, ma per altri motivi.

La Mussolini indossa la maglietta “il diavolo veste Prodi”. Guardi che gli uomini non han bisogno di scuse per buttare lo sguardo proprio lì.

Berlusconi: se verrà eletto Prodi scapperò all’estero. Vuole essere un invito o una minaccia?

Anche Bossi conta i voti e si ferma a 20. Se fosse nudo sarebbe arrivato a 21.

 

Tre milioni spesi bene.

Nuovi guai per l’abitué dei tribunali: Silvio Berlusconi. Avrebbe pagato tre milioni di euro per “convincere” De Gregorio a passare dall’Italia dei Valori al PDL. Ma la cosa più buffa è che nessuno sembre scandalizzarsi o levare un coro di “ma no, non ci posso credere”: siamo talmente abituati a notizie simili dai soliti noti che, ormai, non fa neanche più statistica. Il concime è di qualità, sotto con le sementi!..

De Gregorio è socialista come Lavitola. Ora si spiega tutto!

Berlusconi indagato per compravendita di Senatori. Guardiamo il lato positivo: sono tutti maggiorenni.

Berlusconi avrebbe dato 3 milioni a De Gregorio per fargli cambiare casacca. Una grande novità: di solito paga per farla togliere.

Tre milioni… costa caro il maiale al giorno d’oggi!

Quindi pagano per passare al PDL… visti i risultati delle elezioni spero che tutti questi italiani siano stati ben pagati.

Berlusconi paga 3 milioni per convincere De Gregorio. Ah, per convincerlo: per un attimo ho creduto che volesse corromperlo.

De Gregorio pagato da Berlusconi per passare al PDL. Ormai la politica più che una missione è un’ammissione. Di colpevolezza.

Napolitano: non siamo un paese allo sbando. È noto che la compravendita di senatori avvenga solo nelle democrazie solide.

Compravendita senatori, il PDL si difenderà in piazza: quella del mercato.

Tre milioni per De Gregorio. Povera Veronica, per un intero mese le è toccato andare a letto senza cena.

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: