Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘par condicio’

Sssh! Silenzio, parla la Par Condicio.

Quel genio di Alberto @rstlrt ha fatto la pensata della settimana: per protestare contro la scemenza fatta a legge che passa sotto il nome di Par Condicio, da oggi scriverò le mie stupidate con l’hashtag #twitandsssh al posto dell’usuale #twitandshout. Gli argomenti? Li scegliamo noi, quello di oggi è la disoccupazione giovanile arrivata alla cifra record del 37%. Cacchio, era dalle superiori che non facevo autogestione! È ora di aprire le porte del ScEMENZAIO!..

Disoccupazione giovanile al 37%. Meglio un disoccupato oggi che un esodato domani.

Disoccupazione al 37%, Fornero: la nostra riforma contrasta la precarietà. Trasformandola in disoccupazione.

Disoccupazione giovanile al 37%. Il pianto greco si avvicina a grandi passi.

Disoccupazione giovanile al 37%. Inutili gli sforzi del governo per cercare qualcuno che stia peggio di noi.

Disoccupazione giovanile al 37%. Ma ora parliamo di cose interessanti: quando gioca la Juve?

In Italia 1 giovane su tre è disoccupato, gli altri 2 sono choosy.

Disoccupazione giovanile al 37%. Quando Jobs diceva ai giovani “Stay hungry” forse non intendeva in senso letterale…

Disoccupazione giovanile al 37%. Monti aveva previsto una crescita nel 2013, solo non ha specificato di cosa.

Disoccupazione giovanile al 37%. Finalmente si realizza il sogno di Berlusconi: voi aerei pieni. Destinazione: Germania.

Disoccupazione giovanile al 37%. La perdita delle cene eleganti inizia a farsi sentire.

 

Par Condicio un Par de Cojoni

Oggi sarebbe dovuto iniziare Twit and Shout dopo una settimana di pausa natalizia. E invece no.
La redazione ha fatto sapere tramite twitter che il programma radiofonico più bello di sempre non sarebbe andato in onda, se ne riparla dopo il 25 febbraio. Motivo? La legge sulla Par Condicio.
Insomma, avremmo dovuto fare twit alterni sui due Ber (sani e lusconi), avremmo dovuto fare un twit pro e uno contro, il tutto condito da due frasi fatte e due supercazzòle.
Non so a voi, ma mi piacerebbe conoscere il genio che ha partorito la legge, per il puro gusto di dargli un calcio in culo e uno sulle gengive (sempre per par condicio). Ma forse non è il caso di arrabbiarsi tanto, le piantine di scemenza del mio ScEMENZAIO necessitano di concime fresco, e questa mi sembra un’ottima occasione…

Niente satira, siamo in par condicio. Anche se a me par censura.

Niente satira, siamo in par condicio. È un modo per giustificare una qualunque dichiarazione di un qualunque politico?

Niente satira, siamo in par condicio. Nemmeno se giuriamo di parlare di tutti i politici tranne uno?

Niente satira, siamo in par condicio. Prometto che parlerò di cene eleganti senza citare chi le ospita.

Niente satira, siamo in par condicio. Il vero problema è che siam circondati da politici par aculi.

Niente satira, siamo in par condicio. Quindi se dico “fanculo tutti” sono in regola.

Niente satira, siamo in par condicio. Si potrà ricominciare a parlare di politica e di politici e partire dal 30 di febbraio.

Niente satira, siamo in par condicio. Il politico il cui congome inizia con “Ber” c’ha rotto. Sono in 2, sono a norma di legge.

Niente satira, siamo in par condicio. Nessun problema, io parlo male di entrambi i Ber, senza distinzioni.

Niente satira, siamo in par condicio. Chi ha inventato sta cosa dovrebbe morire tra atroci e indicibili sofferenze.

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: