Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘Napolitano’

Grazia altrettanto.

Non passa mese senza che qualcuno chieda una grazia al Presidente della Repubblica. Che da provvedimento straordinario sta diventando un provvedimento qualunque, quasi come se fosse antani.
Ah beh, non dimentichiamoci poi dell’importantissimo vertice BCE a Napoli, secondo, come utilità, solo a un frigorifero al polo nord.
Insomma, concime a palate per le piantine nel ScEMENZAIO le quali, con un sonoro rutto, ringraziano.


 

Napoli Vertice BCE, i Poliziotti dotati di telecamera sono facilmente individuabili: di fronte ci sono i Carabinieri che salutano con la mano.

Vertice BCE: serve ammorbidire gli asset accettati dall’Eurotower, acquistare gli Abs più sicuri e legalizzare la supercazzola.

Proteste Block BCE “perché la spesa dei governi la decidiamo noi”. Spero non nello stesso modo con cui decidiamo chi ci governa.

Draghi annuncia un piano di due anni per rilanciare il credito e cadono le borse. Insieme alle balle.

Il simbolo della protesta Block BCE è Pulcinella. Ma sarebbe più adatto Pantalone.

Cariche della polizia, lacrimogeni, idranti. Cacchio, a Hong Kong è pieno di napoletani.


 

Celentano chiede la grazia per Corona, per lui c’è ancora una speranza: che Berlusconi commetta un’estorsione aggravata.

Celentano chiede la grazia per Corona e manda una lettera a Napolitano: la “A”.

Celentano chiede la grazia per Corona. Gli deve piacere parecchio la birra.


 

Massì dai, oggi un piccolo fuori-tema:

– Immagina che in un’automobile ci siano Berlusconi e Dell’Utri. Secondo te, chi guida?
– Il poliziotto.


 

Annunci

Ogni scarrafone è bello a Montecitorio.

Tra scarafaggi, minacce dai jihadisti, premier in visita oltre oceano e amenità varie, pare che la settimana non inizi proprio nel migliore dei modi. Guardiamo il lato positivo: questi avvenimenti hanno fatto crescere a dismisura le piantine del ScEMENZAIO… Ehi! Chi ha detto “che culo”?

Scarafaggi a Montecitorio. Tanto per distinguerli, sono quelli con o senza la cravatta?

Scarafaggi a Montecitorio. È la riforma della politica.

Scarafaggi alla mensa di Montecitorio. Non dovremmo stupirci, dopo che han fatto entrare cani e porci.

Scarafaggi alla mensa di Montecitorio. Erano gli unici senza tessera parlamentare.

Scarafaggi alla mensa di Montecitorio. Volevano saltare la fila.


 

Jihadisti minacciano l’Italia: “Prenderemo le vostre donne”. Accettate prenotazioni?


 

Renzi vola negli Stati Uniti. San Matteo decollato.

Renzi: non ho nè padrini, nè padroni. Risponde solo a Berlusconi, che li incarna entrambi.

Renzi arriva nella Silicon Valley: “Ciao, Nicole!”

Renzi giovedì all’ONU parteciperà all’evento “Moving Away from the Death Penalty”. “In Italia la chiamiamo crisi”.

Renzi visita Yahoo. Ma niente, i soldi per ripianare i debiti delle PA non riescono a trovarli nemmeno loro.

Renzi visiterà la sede della Fiat Chrysler Automobiles di Detroit. In una frazione chiamata “Torino”, per la precisione.

Renzi visita la Scuola Internazionale Italiana di San Francisco: “Insegnanti precari ne avete?”


 

Napolitano: “Sul lavoro serve coraggio”. No Presidente, serve più una botta di culo.

Arrestato Jenny ‘a Carogna, che punta il dito sulla nonna di Florenzi.

Da domani circoleranno le nuove banconote da 10 euro. Se aspettate qualche giorno, ve ne arriveranno addirittura 8.

Carfagna: Berlusconi non è una bandiera a mezz’asta, quando si ricorda di prendere il viagra.

Wanna Marchi torna sul web. Il prossimo passo è fondare un partito, come tutti i condannati.

Passera: “Sarò il nuovo Berlusconi”. Il cognome promette bene.

Panta Re(nz)i

Dopo aver fatto la lista dei buoni e dei cattivi, ricevuto la benedizione di Napolitano e dopo esser stato a messa la domenica, Matteo Renzi oggi ha chiesto al Senato la fiducia e, una volta ottenuta, si appresta a governare fino al 2018. Nel frattempo, all’interno del PD, Civati non sa cosa scegliere tra il dovere verso il partito del quale Renzi è il segretario (che poi sarebbe il PD, tanto per chiarire le idee a Civati) e l’irrefrenabile voglia di votare “no” alla fiducia. Ma anche le piantine del mio ScEMENZAIO sanno una cosa che Civati ignora: Panta Renzi. Se tutto va bene, ovviamente.

Agnese Landini, moglie di Renzi, assicura che non farà la first lady. Quindi si farà prestare il pass per la corsia preferenziale.

Ora la casa di Renzi è piantonata 24 ore su 24 dai carabinieri. Metti che Letta capisca all’improvviso cos’è successo.

Civati voterebbe no alla fiducia, ma preferisce dare un colpo al cerchio, uno alla botte piena e uno alla moglie ubriaca.

Si scrive “e mo’ che faccio?”, ma si legge Civati.

Ma che ci fa Crozza al Senato? Ah no, è quello vero.

Civati: mia mamma non rinnova la tessera del PD e la mia compagna vota SEL. E il cane s’è innamorato di Dudù.

Renzi: essere italiani è un dono. No Matteo, è un dolo.

 

Renzi alla messa con moglie e figlia. Visti i miracoli che promette, al posto suo andrei a Lourdes.

Brunetta: nel 2011 Napolitano si oppose alla mia nomina a ministro della Giustizia. Bene, ora si dia la risposta.

 

Quello che non ti uccide, riceve la fiducia del Senato.

 

Grazie, dal più profondo del cu… ore!

Oggi nello stato a Stelle-e-strisce si festeggia il Thanksgiving day, noto come il giorno del ringraziamento. Le piantine del mio ScEMENZAIO vogliono ringraziare a gran voce tutti coloro che hanno contribuito alla loro crescita con badilate di sterco. Grazie, dal più profondo del cu… ore!

Ringrazio Napolitano per aver ricordato al governo che quella porcata che tutti chiamano legge elettorale deve andare al macello.

Ringrazio Monti e Letta per le tasse che si sono inventati. A quando una che prenderà soldi da chi li ha e non dai soliti noti?

Ringrazio Bondi per le sue poesie: funzionano meglio del Falqui.

Ringrazio Grillo per il terzo V-day, fa bene a mandare a casa i politici. A proposito, lo sa che anche i suoi sono dei politici?

Ringrazio Francesca Pascale per essersi appellata al Papa: erano anni che non ridevo così.

Ringrazio Cappellacci, senza di lui non ci saremmo mai accorti che son già passati mille anni.

Ringrazio il CENSIS per il suo impegno quotidiano nel ricordarci che siamo poveri, ignoranti e sfigati. In una parola: italiani.

Ringrazio Berlusconi per aver firmato il referendum radicale sulla giustizia: ha fatto capire agli italiani che era una boiata.

Ringrazio Alfano per il Nuovo Centrodestra: decaduto Berlusconi, su chi faremo satira noi poveri imbrattatwitter?

Ringrazio il Giappone per aver accolto il Presidente della Regione Piemonte Cota. Se poi se lo tengono li ringrazierò due volte.

 

Ultimo, ma non ultimo, ringrazio Vujadln Boskov per aver sparso la mia scemenza. Grazie, mister!

 

Monito di Napolitano e insulti dalla Lega: fin qui tutto normale.

Oggi il Presidente della Repubblica ha invitato i partiti a non fare calcoli politici e a impegnarsi per la stabilità, unica via di fuga per l’Italia.
Per tutta risposta, quel genio della Valandro, Lega Nord, augura via Facebook al ministro Kyenge di essere stuprata, di modo che metta la parola fine ai reati commessi dagli stranieri sul suolo iatliano. Qualcosa mi dice che mentre Napolitano parlava questa qui era in bagno. Oppure, è semplicemente gelosa delle piante del mio ScEMENZAIO e ha deciso di coltivar scemenza pure lei.

Napolitano: no a meschini calcoli di convenienza. Ma non erano larghe intese?

La Valandro si scusa con il ministro Kyenge dicendo “sono una persona pacifica”. Ah meno male, pensa se fosse anche razzista.

Nuovo monito di Napolitano ai partiti: no a meschini calcoli di convenienza. Deduco che sia in arrivo un altro lodo.

Bubbico: occorre intervenire per fermare il razzismo sul web. Togliere la tastiera ai leghisti potrebbe essere un buon inizio.

Napolitano: attenzione ai focolai di estremismo. In effetti si sta avvicinando la fine del mese.

La Valandro sarà espulsa dal Carroccio. Ma prima tirate fuori i nomi di chi ce l’ha fatta entrare.

 

Valandro: nella sede della Lega ho addirittura accolto persone del Congo. È quel “addirittura” che proprio stride…

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: