Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘Monti’

Tanto caro mi fu quest’ermo Colle.

Oggi giornata di febbrili consultazioni al Colle. Pensate, c’è il rischio che qualcuno tenti di formare un governo! Roba da matti… E intanto? E intento il clima d’incertezza politica cresce, i mercati crollano e lo spread vola. Tutto come sempre, quindi.

Napolitano dà il via alle consultazioni: dopo Nostradamus e Gustavo Rol è attesa la visita del Divino Otelma.

Consultazioni: il Movimento 5 Stelle voterà solo per se stesso. Proprio come Scilipoti.

Al via le consultazioni nel giorno dedicato dall’ONU alla felicità. Forse è meglio attendere quello dedicato alla speranza.

Grillo parla con Napolitano. Non sapevo che il Presidente fosse anche un giornalista estero.

Iniziano le consultazioni per formare il nuovo governo. Venerdì il responso: la crisi di governo.

Domani Berlusconi salirà al colle per le consultazioni. Il problema sarà farcelo uscire.

Tutti concordano: si trovi presto chi deve guidare l’Italia. Andrea Bocelli è tra i favoriti.

Grasso sottolinea l’urgenza di avere un governo al più presto. Altrimenti contro chi imprechiamo quando piove?

Oggi Napolitano parte con le consultazioni. Domani passerà ai fondi di caffè.

Tutti che salgono al colle: dall’alto si vede molto meglio la valle di lacrime.

 

Annunci

Scontro fra anziani.

Oggi abbiamo assistito impotenti allo scontro tra due geriatri della politica italiana: Berlusconi e Monti. Che basano la propria campagna elettorale sul “vaffanzum” piuttosto che su idee e proposte.
Uno dice “leaderino”, l’altro “pifferaio magico”, spero che l’insegnante di sostegno prenda provvedimenti.
E spero che si sbrighi.

Monti: pifferaio. Berlusconi: leaderino. Attendiamo con ansia il primo che dirà “specchio riflesso!”.

Monti: Berlusconi è un pifferaio magico. Invece che incantare fa incazzare.

Berlusconi: Monti è un leaderino. Non oso pensare Alfano che cosa possa essere!..

Monti: Berlusconi è un pifferaio magico. Solo che predilige le femmine del topo.

Berlusconi: Monti è un leaderino. Proprio B. ci viene a parlare di cose piccole…

Monti: Berlusconi è un pifferaio magico. Più che altro son pifferaie le signorine che frequenta.

Berlusconi: leaderino. Monti: ha parlato il gigante!

Monti: pifferaio. Berlusconi: invidioso, eh?

Berlusconi: Mario, attaccati a sto piffero!

Monti: Silvio, baciami il leaderino!

Berlusconi: Monti è un leaderino. Monti: Berlusconi è un pifferaio magico. In ambo le frasi manca una cosa fondamentale: il gnègnègnè.

 

Ci contavo sui Maya…

…e invece niente da fare. Uffa, e io che speravo di saltare la rata del mutuo…
Oggi, tanto per dimostrare che questa è una giornata fuori dall’ordinario, il Presidente del consiglio Monti ha dichiarato che il Governo è alle ultime battute ma non per colpa dei Maya. Beh, che aspettate a ridere?!
Monti che fa una battuta?! Accidenti, ma allora ci sono ottime speranze che il mondo finisca per davvero!
Sempre oggi, Berlusconi si presenta come leader dei moderati. Avete letto bene: moderati.
OK, c’è tempo fino alla mezzanotte: Maya, non deludeteci!

Monti: il governo finisce, ma non è colpa dei Maya. A meno di non trasferire Arcore in sud america.

Berlusconi leader dei moderati. Questo sì che è per colpa dei Maya.

Monti: il governo finisce, ma non è colpa dei Maya. Mai far raccontare una barzelletta ai banchieri, i clown son più bravi.

Monti dice che non è colpa dei Maya, Berlusconi si candida per i moderati. Tutti a far battute oggi, eh?

Berlusconi – leader – moderati. Trova l’intruso.

Monti: il governo finisce ma non è colpa dei Maya. Beh, i Maya non cercano di entrare in parlamento per dribblare i magistrati.

Berlusconi leader dei moderati. È come se il Papa diventasse leader di Rifondazione Comunista.

Monti: il governo finisce ma non è colpa dei Maya. L’Italia finisce, ed è colpa di uno col vizio delle mayale.

Berlusconi leader dei moderati. Carina, ma io ne so una migliore: ci sono un inglese, un tedesco e uno svizzero…

Il governo Monti finisce, Berlusconi diventa leader dei moderati… ci sono speranze che i Maya siano bloccati sulla Metro B?

Berlusconi leader dei moderati. Tanto per consolidare la rinnovata credibilità dell’Italia.

Monti: governo finisce, ma non è colpa dei Maya. Berlusconi in campo, ma non è colpa dei Maya. Che sia tutto per colpa nostra?

 

La giovine (non in) Italia.

Oggi il quasi-dimissionario premier Mario Monti ha dichiarato che l’Italia, nel 2013, scommetterà sui giovani. Ma solo nel 2013. Per adesso ci si limita a sfruttarli con lavoretti sottopagati e precari. Su, non fate quei musi lunghi: in fondo potrebbe esser peggio. Potrebbe piovere.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Vista la nuova fidanzata, si direbbe che Berlusconi lo stia già facendo.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Qualcuno deve pur pagare le pensioni d’oro.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Vista l’età media dei parlamentari, c’è da crederci!

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Per fortuna dei giovani arriveranno per primi i Maya.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Il precariato serve a rendere la scommessa più emozionante.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. I bookmaker li danno perdenti 100 a 1.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Giovani di quale nazione, esattamente?

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Sono i giovani che non scommettono sull’Italia.

Monti: nel 2013 l’Italia scommetterà sui giovani. Per ora la scommessa dei giovani è arrivare a fine mese con meno di 1000 euro.

 

Tante coccole, tante coccole, tante coccole!..

Subito dopo aver incassato al vertice PPE di Bruxelles una seire di “guarda, se te ne vai è meglio” da parte di tutti i capi di Stato europei, Berlusconi ha deciso di fare la cosa che gli riesce meglio: negare se stesso. Ha infatti dichiarato di essersi sentito parecchio coccolato al vertice del PPE, talmente tanto che hanno rimosso le sue foto dal sito web ufficiale del vertice. Grazie per l’abbondanza di semi per il mio ScEMENZAIO, Silvio!..

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. Pensa che l’avessero trattato a pesci in faccia!..

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. In fondo è abituato alla Santanchè.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. Oltre alle idee ha pure le percezioni confuse.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. Gli piace il genere sadomaso e ora abbiamo le prove.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. Può darsi che in tedesco “hai rotto il cazzo” si dica “la prego si accomodi”.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. È stato più facile del previsto convincerlo che quella fosse pioggia giallo paglierino.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. La Merkel ha espresso la sua stima dicendo “non te sputo perché te profumo”.

Berlusconi si è sentito coccolato al vertice PPE. Ma non s’era detto di bere responsabilmente?

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: