Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘Fiducia’

Camera con svista.

E dopo il Senato, tocca alla Camera dei Deputati: il neo premier Renzi ha chiesto e ottenuto pure qui la fiducia, nonostante la dura opposizione del Movimento 5 Stelle e la dura indecisione di Civati. Non ci resta che comportarci come le piantine del mio ScEMENZAIO: attendiamo che arrivi il concime.

Renzi ridurrà il cuneo fiscale di 10mld. Dove prenderà i soldi? Beh, la maggior parte degli italiani ha ancora 2 reni…

Renzi è il primo presidente del Consiglio che porta un pc a Montecitorio. Lo sanno tutti che youporn si vede anche dal tablet.

Brunetta: non ho visto alcun punto del programma. Ha provato a mettersi in piedi sulla sedia?

Sibilia, deputato del M5S: Renzi e il ministro Padoan figli di troika. È l’emozione, la prossima volta non gli scappa il refuso.

Biancofiore: Renzi parla alla pancia del Paese, come noi. Biancofiore, nel vostro caso è un po’ più in giù, vicino alla pancia.

Renzi cita Aldo Moro, Berlinguer e Scalfaro. Qui, Quo e Qua si sarebbero offesi.

Maroni si rivolge a Renzi: non le spareremo addosso tanto per farlo. Ovvio, mica è nero.

Bersani torna alla Camera: sono venuto ad abbracciare Enrico. Ora, con calma e tatto, qualcuno gli dica che il premier è Renzi.

Movimento 5 Stelle: è ora di riportare un po’ di normalità in questo Paese. Che, già ve ne andate?

Renzi alla Camera: rivoluzionare le norme sul lavoro. Per quei 2 o 3 che ancora ce l’hanno.

Panta Re(nz)i

Dopo aver fatto la lista dei buoni e dei cattivi, ricevuto la benedizione di Napolitano e dopo esser stato a messa la domenica, Matteo Renzi oggi ha chiesto al Senato la fiducia e, una volta ottenuta, si appresta a governare fino al 2018. Nel frattempo, all’interno del PD, Civati non sa cosa scegliere tra il dovere verso il partito del quale Renzi è il segretario (che poi sarebbe il PD, tanto per chiarire le idee a Civati) e l’irrefrenabile voglia di votare “no” alla fiducia. Ma anche le piantine del mio ScEMENZAIO sanno una cosa che Civati ignora: Panta Renzi. Se tutto va bene, ovviamente.

Agnese Landini, moglie di Renzi, assicura che non farà la first lady. Quindi si farà prestare il pass per la corsia preferenziale.

Ora la casa di Renzi è piantonata 24 ore su 24 dai carabinieri. Metti che Letta capisca all’improvviso cos’è successo.

Civati voterebbe no alla fiducia, ma preferisce dare un colpo al cerchio, uno alla botte piena e uno alla moglie ubriaca.

Si scrive “e mo’ che faccio?”, ma si legge Civati.

Ma che ci fa Crozza al Senato? Ah no, è quello vero.

Civati: mia mamma non rinnova la tessera del PD e la mia compagna vota SEL. E il cane s’è innamorato di Dudù.

Renzi: essere italiani è un dono. No Matteo, è un dolo.

 

Renzi alla messa con moglie e figlia. Visti i miracoli che promette, al posto suo andrei a Lourdes.

Brunetta: nel 2011 Napolitano si oppose alla mia nomina a ministro della Giustizia. Bene, ora si dia la risposta.

 

Quello che non ti uccide, riceve la fiducia del Senato.

 

Le solite promesse.

Oggi giornata di esami in Italia. Oltre agli esami di Stato per gli avvocati, c’è pure l’esame di Stato per Letta che chiede al parlamento la fiducia per la nuova maggioranza a bizona, dato che le larghe intese sono miseramente fallite. In pratica il discorso che ha presentato alle camere era una sciorinata di promesse e “farò” già sentiti da vent’anni a questa parte, con tanto di giurin-giuretta sui tempi: 18 mesi.
La gestazione più lunga della storia dell’umanità.

Letta: Il 2014 sarà il primo anno con il segno più. Si riferisce al numero dei disoccupati.

Letta: chiedo la fiducia per un nuovo inizio. È la fine che un po’ ci preoccupa.

Letta: non permetteremo che l’Italia sprofondi di nuovo. A meno di non trovare un nuovo fondo.

Letta: da oggi giocheremo in attacco. Ma la trappola del fuorigioco è già scattata.

Letta promette un nuovo inizio. Vuole dimostrare che se qualcosa può andare male, lo farà.

Per Alfano è imperativo fermare delinquenti. Prima che votino la fiducia.

Letta chiede la fiducia per un nuovo inizio con obiettivi realizzabili e tempi certi. E adesso perché parla della Svezia?

Letta: oggi la coalizione è diversa ma più coesa. Ne riparleremo quando Renzi fonderà un suo partito.

Letta promette riduzione dei parlamentari, abolizione delle province, fine del bicameralismo e cambio del nome in “Germania”.

Letta: il Paese non ripiomberà nel caos. Ovvio, prima dovrebbe uscirne, almeno per 5 minuti!..

Nuti del M5S definisce Letta “faccia di bronzo”. Personalmente son più preoccupato dal culo di piombo.

Letta chiede 18 mesi per realizzare il suo programma. Va bene, e nel frattempo cosa mangiamo?

Abolizione finanziamento pubblico dei partiti, nuova legge elettorale… Fermi tutti: non è che adesso suona la sveglia, vero?

Letta: le istituzioni vanno sempre rispettate soprattutto in tempi amari come questi. OK, sta per arrivare la grazia a Silvio!..

Letta chiede la fiducia “per un nuovo inizio”. Siamo già alle minacce?

Per caso Letta era in marina? Chiedo, perché di promesse da marinaio ne sta facendo un bel po’.

 

Letta promette una svolta. È la prova che tutto resterà così com’è.

 

Cancellerei la Cancellieri.

Nonostante il grande contributo (in termini di stallatico) che il ministro Cancellieri ha dato alle piantine dello ScEMENZAIO, personalmente la cancellerei. OK non ha mentito, ma ha omesso. OK si occupa dei detenuti che stanno male, specialmente se hanno un bel pedigree. OK si deve a lei la possibilità di levarci B. dai piedi. Ecco, l’ultimo punto è l’unico che giochi a suo favore, per tutto il resto c’è lo ScEMENZAIO.

Se la Cancellieri si dimette, poi Riina a chi telefonerà?

Per i pm di Torino la Cancellieri non è indagata. Letta: in caso di novità, valuteremo. Magari con una telefonata.

Cancellieri-Ligresti, atti a Roma. Per la precisione a Ladispoli, così possono essere insabbiati meglio.

La Cancellieri ha la fiducia di Palazzo Chigi, a meno di novità. Mi domando chi debba uccidere per perderla.

Renzi sulla Cancellieri: il messaggio è che la legge non è uguale per tutti. S’era già capito vent’anni fa, Matteo.

Civati sulla Cancellieri: presenterò una mozione di sfiducia. A insaputa del PD.

Puppato sulla Cancellieri: Il Pd deve uscire dall’equivoco. OK, ma non chieda l’impossibile, tipo fare il partito di sinistra.

Cancellieri: ho sempre rispettato le regole come cittadina e come ministro. Viste le omissioni si riferisce a quelle dell’omertà.

Cancellieri: quel reato non esiste. Credo che si stia confondendo con il falso in bilancio.

 

Sia Letta che Alfano hanno detto che il ministro può restare al suo posto. OK, ma almeno fatela uscire dalla cabina del telefono!

 

Senato della (RIP)pubblica.

Altro giro, altro regalo. Oggi è la volta della fiducia al Senato della Repubblica. Fiducia che non parte sotto i migliori auspici, visto che Berlusconi vuole a tutti i costi restituire l’IMU agli italiani, pena la sfiducia. Interessante: Silvio promette e delega agli avversari politici l’onere di mantenere le sue promesse, mica scemo! Quasi quasi mi faccio consigliare sulle piantine da far crescere nel mio ScEMENZAIO…

Potrebbe vacillare la fiducia al Governo Letta in Senato. Cos’è, il PD ha già cambiato idea?

Volevamo un Governo cristallino e adesso Letta ci avverte che è fragile. Un cristallo di Boemia, in pratica.

Letta e Alfano seduti fianco a fianco. Il gioco era “trova le differenze”?

Il Governo Letta incassa la fiducia in Senato. Ora, quindi, può passare all’incasso dagli italiani.

Berlusconi guiderà la Convenzione Riforme. Beh, in fondo Schettino guidava una nave…

Letta ottiene la fiducia ma avverte: non raccontiamoci favole. OK, ho capito: preparo i soldi per l’IMU.

Letta: abbiamo un’ultima possibilità. Legalizzando l’eutanasia, ad esempio.

Letta: basta debiti scaricati sulle future generazioni. Basta scaricarli su quella attuale.

Letta dice che c’è un carico di aspettative eccessive su questo governo. Letta, ha presente la scialuppa sul Titanic? Ecco.

Schifani benedice il nuovo Governo. Dalle mie parti questo si chiama “colpo di grazia”.

 

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: