Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

Articoli con tag ‘banche’

I nostri ultimi 25 anni.

In Governatore di Bankitalia Visco dice che il nostro paese è fermo a 25 anni fa. Che inguaribile ottimista.
Insomma, a sentir Visco la soluzione è intorno a noi: basterebbe solo che il governo la smettesse di far melina e iniziasse a fare quello per cui lo paghiamo. Ma tutto questo accadrà solo tra altri 25 anni.

Visco: alcune banche rischiano, indebolite da recessione. Noi invece stiamo in una botte di ferro!..

Visco: le banche sono in sofferenza. Benvenute nel mondo reale.

Visco chiede alle banche uno sforzo sull’efficienza e sui costi. Di prestar denaro, ovviamente, manco se ne parla.

Possiamo farcela solo se chi governa riuscirà ad attuare riforme efficaci e lungimiranti. Ma sta già per cadere il governo?

Visco dice che l’Italia è ferma e che i politici non sanno cosa fare. Io una mezza idea ce l’avrei.

Visco: l’Italia è incapace di rilanciare l’economia nazionale. Prima dovrebbe iniziare con l’averne una, per esempio.

Come da tradizione, Visco rilascia le “Considerazioni finali”. Che da oggi chiameremo “Prognosi riservata”.

Visco: i politici stentano a mediare tra interesse generale e interessi di Berlusconi.

Visco: ridurre il cuneo fiscale. Che ormai più che a un cuneo assomiglia sempre di più a un bidone aspiratutto.

Visco: azione di supervisione su Monte Paschi è stata continua e crescente. Pensa se se ne fosse fregato!..

Visco: Italia ferma da 25 anni. Il solito cauto ottimismo.

 

Visco: paese indietro di 25 anni. Ma smettiamola con sti allarmi! Ora scusate, ma sto per perdermi l’inizio di “Non è la Rai”.

 

Annunci

La sfida e la disfida.

E mentre in Italia ci stiamo mentalmente masturbando con la sfida dei due B a Renzi, ecco che l’Unione Europea ci fa la doccia fredda ricordandoci che le nostre banche stanno a galla per grazie ricevuta. Bene, anzi, ottimo. C’è solo una cosa che un minimo mi rasserena: non può andare peggio. Beh, potrebbe sempre piovere merda…

Monti: centrato l’obiettivo del bilancio in pareggio in termini strutturali. In termini pratici: si salvi chi può.

UE: le banche italiane restano deboli. E meno male che c’erano dei banchieri al governo, pensa se ci fossero stati dei saggi.

Gentiloni (PD): vince la corrente Tafazzi. Resta da capire se gli zebedei se li martellano da soli o se li martellano a noi.

Per l’Unione Europea l’Italia è a rischio contagio. Per gli italiani è già in avanzato stato di decomposizione.

In Italia tutto quello che ha l’aggettivo “grande” fa una brutta fine, tipo le grandi opere o i grandi elettori.

Incontro Bersani-Berlusconi: fatti passi avanti. Ottimo, e quanti indietro?

Bersani propone una rosa per il Colle. Per come vanno le cose, sarebbe più appropriato un crisantemo.

Renzi: io starò sempre a sinistra. A costo di morir di solitudine, immagino.

Per Squinzi servono “uomini di buona volontà”. Da affiancare ai politici, ai tecnici o ai saggi?

Alfano: prossimo Presidente Repubblica elemento di unità e non ostile a noi. Non credo che Al Capone sia ancora disponibile…

 

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: