Dove si coltivano idee storte ma ben piantate.

L’ex ct della nazionale Arrigo Sacchi ha lasciato tutti senza parole dopo aver asserito che nelle squadre giovanili di calcio ci sono troppi neri. Parlava degli arbitri? No, intendeva proprio dire neri o, per dirla alla politically correct, persone di colore.
Lasciatemi ringraziare Sacchi per il sacchetto di letame, le mie piantine son cresciute di un palmo!

Arrigo Sacchi: “Non sono razzista, ma ci sono troppi negri nelle giovanili”.

Arrigo Sacchi: “Troppi neri nelle squadre giovanili”. Ha ragione, il cotone mica si raccoglie da solo.

Sacchi è stato frainteso: stava citando Tavecchio.

Sacchi non è razzista perché ha allenato Gullit. Quindi non lo è nemmeno Salvini perché ha il portafoglio di pelle nera.

No, dico, ma in che mondo vivremo ora che non c’è più l’inventore della Nutella? Un mondo che ne condivide giusto il colore, quel ben maron che ricorda un qualcosa di poco commestibile. E le prove non ci mancano di certo: l’ISIS si sta diffondendo a macchia d’unto, Sanremo ha partorito un nuovo mostro e i cinesi fabbricano biglietti falsi dell’Expo. Manca solo più che si ricandidi Berlusconi per far filotto.
Perché non si ricandida, vero? VERO?!

L’ISIS annuncia di essere a sud di Roma. Bloccati sul GRA.

Muore Michele Ferrero. Che il nocciolato gli sia leggero.

Sanremo, vince Il Volo. Mai un dirottatore quando te ne serve uno.

Expo 2015, dalla Cina arrivano i biglietti falsi. Sono stampati su carta di riso.

L’ISIS è a sud di Roma. Se si muovono con la metro possiamo stare tranquilli.

Il Volo rappresenterà l’Italia all’Eurofestival. Ma io son più preoccupato per l’atterraggio.

Expo 2015: biglietti falsi dalla Cina. Allora è vero che i napoletani non han voglia di lavorare.

L’ISIS diffonde un filmato per terrorizzare gli italiani: “L’Italia è il paese che amo”.

A grande richiesta, si #trollaGasparri. Per il puro gusto di trollare, ovviamente:
Scienza: la sigaretta assottiglia la corteccia cerebrale. Fuma tranquillo, Maurizio.

No, dico, ma vuoi che tutto il concime gentilmente fornito da quel novello Hemingway che passa sotto il nome di Matteo Salvini vada sprecato? Certo che no, ho appena rintuzzato le piantine del ScEMENZAIO e non voglio di certo farle appassire di nuovo!..

Salvini presenta il suo libro: “Ma dov’è il pulsante per accenderlo?”

Esce il libro di Salvini: “Il Matteo-pensiero dall’A alla Z”. Beato lui che ha capito cosa passa nella testa di Renzi.

Salvini riassume il suo pensiero in un libro: 256 pagine bianche.

Esce il libro di Salvini. No, dico, ma mettetevi nei panni di quel povero ghostwriter.

Esce il libro di Salvini: “Il Matteo-pensiero dall’A alla Z”. Per la X ti suggerisco “xenofobia”.

Pubblicato un libro su Salvini‬. Ora non gli resta che imparare a leggere.

Che spreco: un intero libro sul Salvini-pensiero quando bastava un post-it.

Come sarebbe a dire “no”?! Vergogna!
Ah, meno male che le piantine dello ScEMENZAIO sono persistenti, impertinenti e resistenti: qui di seguito trovate il link al podcast della puntata di ieri di #hashtag Radio1. 🙂

Non ringraziatemi, lo faccio per voi!..

Tranquilli, sono in salute. Non come le mie piantine di scemenza, ma quasi.
Ho avuto dei mesi di travaglio (non nel senso di Marco) ma ne sono uscito vivo e vincitore: la guerra alle doppie punte è finita. Per incondizionata resa: sono ormai quasi calvo.
A parte questo direi che va tutto bene, tranne che per un particolare: giovedì Salvini presenterà il suo libro.
A questo punto mi aspetto che anche il Trota ne scriva uno, appena riesce a trovare un ghostwriter che non gli rida in faccia. Non quella, l’altra.

Salvini presenta il suo libro: “Non chiedetemi come funzioni”.

Salvini presenta il suo libro. Trema, Fabio.

Salvini presenta il suo libro. Ma la Pimpa non era di Altan?

Giovedì Salvini presenterà il suo libro. Ha giusto il tempo di sbirciare le soluzioni a pagina 46.

Giovedì Salvini presenterà il suo libro. Non so, mi trovo meglio con la diavolina.

Giovedì Salvini presenterà il suo libro. Doppio velo.

Salvini ha scritto un libro. Ormai ha preso il Volo.

Salvini ha scritto un libro. Poi arrivano le cavallette, se non erro.

Salvini ha scritto un libro. Parla della cosa che conosce meglio: niente.

Tag Cloud

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: